I Marketplace oggi

  • Date
  • Posted by
    Admin

È ormai evidente che negli ultimi anni il mondo e-commerce e dei Marketplace abbia registrato dei numeri sempre più in ascesa. Solo in Italia, secondo il report della Casaleggio Associati di maggio 2020, il fatturato totale dell’e-commerce ha toccato quota 48,5 miliardi di euro. L’e-commerce B2C nel mondo vale 3.535 miliardi di dollari.

Qual è la differenza tra E-commerce e Marketplace?

L’e-commerce è a tutti gli effetti un negozio online che vende prodotti simili fra loro e dove il ciclo di vendita è a tutti gli effetti gestito dal proprietario dell’e-commerce stesso; coordinando tutto ciò che ne consegue: logistica, comunicazione, marketing e pubblicità.

Il Marketplace è invece un sito internet che mette in relazione acquirenti e venditori su un’unica piattaforma, dove si possono così trovare prodotti di diversa natura in un unico luogo, e conseguentemente brand differenti. Il ciclo di vendita in questo caso viene (più o meno, dipendentemente dalla tipologia di canale) gestito sì dal venditore, ma non in tutto e per tutto; se pensiamo ad Amazon ci sono comunque delle logiche decise dal Marketplace stesso, anche se, soprattutto in modalità Seller, lascia molto spazio anche alla personalizzazione e gestione logistica rispetto ad altri Marketplace. Alcune caratteristiche a favore dei Marketplace sono:

  • Visibilità: senza ombra di dubbio sarà più facile far trovare i propri prodotti su un Marketplace come Amazon, rispetto a far trovare in organico i propri e-commerce, se non ricercati specificatamente.
  • Opportunità: è possibile che degli acquirenti interessati ad altri prodotti vengano incontro ad altri articoli, andando dunque a comunicare ad un target è più ampio.
  • Investimento minore: l’investimento iniziale per vendere sui Marketplace è in genere minore rispetto ad aprire un proprio e-commerce.

Quali sono i principali Marketplace oggi?

Sicuramente tra i Marketplace principali troviamo Amazon e Alibaba, E-bay, Walmart, Zalando, Airbnb, Facile.it, Fnac e molti altri.

Innanzitutto, va precisato che i Marketplace si suddividono in verticali e orizzontali:

  • Verticali: sono quei Marketplace che si specializzano in un settore o categoria merceologica, come ad esempio Zalando per l’abbigliamento.
  • Orizzontali: i Marketplace che offrono prodotti e settori anche completamente diversi in uno stesso luogo virtuale, come Amazon.

AMAZON:

  • Indubbiamente il leader degli ultimi anni, Marketplace orizzontale
  • Fatturato 2019: 280 miliardi di dollari
  • Dove opera: Europa (Francia, Germania, Italia, Olanda, Spagna, Svezia, Uk), Asia (Cina, India, Giappone, Singapore, Turchia, Emirati Arabi, Arabia Saudita), America (Usa, Canada, Messico, Brasile), Australia
  • Dipendenti: 840.000
  • Sede: Seattle, Washington, Usa

EBAY:

  • Marketplace orizzontale
  • Fatturato 2019: 10,8 miliardi di dollari
  • Dove opera: Europa, America (Stati Uniti, Canada, Sud America), Russia, Australia, Emirati Arabi, Corea del Sud, Cina, India, Asia (es. Vietnam e Malaysia)
  • Dipendenti: circa 30.000
  • Sede: San Jose, California, Usa

ALIBABA:

  • Marketplace orizzontale
  • Fatturato 2020: 72 miliardi di dollari
  • Dove opera: Globale
  • Dipendenti: 117.600
  • Sede: Hangzhou, Cina

ZALANDO:

  • Marketplace verticale (specializzazione abbigliamento)
  • Fatturato 2019: 6,483 miliardi di euro
  • Dove opera: Europa
  • Dipendenti: 13.763
  • Sede: Berlino, Germania

AIRBNB:

  • Marketplace verticale (specializzazione turismo)
  • Fatturato 2019: 4,7 miliardi di dollari
  • Dipendenti: 14.384
  • Sede: San Francisco, California, Usa

Per avere informazioni su come migliorare il presidio su Amazon Contattaci e Visita la nostra pagina dei servizi.

Ti ringraziamo per la lettura,

Team Bettershop

Condividi questo Post: